Credito d'imposta per cuochi professionisti di ristoranti e alberghi

16-12-2022 17:46:54
Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (ex Ministero dello Sviluppo Economico) ha previsto un credito d’imposta fino al 40% a favore dei cuochi professionisti che lavorano in alberghi e ristoranti per l’acquisto di macchinari, strumenti, attrezzature e corsi di aggiornamento professionale. Analizziamo nel dettaglio questa agevolazione.
 

Risorse disponibili

Le risorse a disposizione ammontano a 3 milioni di euro, ovvero a 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023.
 

Soggetti destinatari

I soggetti destinatari del credito d’imposta sono i cuochi professionisti che abbiano uno dei seguenti requisiti:

- essere stati soggetti alle dipendenze di alberghi e ristoranti con contratto di lavoro subordinato attivo parzialmente o interamente nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022;
- essere stati in possesso di partita IVA per attività di cuoco professionista presso alberghi e ristoranti, parzialmente o interamente, nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022.
 

Spese ammissibili

Come riportato nel decreto ministeriale, le spese ammissibili devono essere state sostenute dal 1°gennaio 2021 al 31 dicembre 2022 e riguardano:

- l’acquisto di macchinari di classe energetica elevata per la conservazione, lavorazione, trasformazione e cottura dei prodotti alimentari;
- l’acquisto di strumenti e attrezzature professionali per la ristorazione;
- la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale.

Per quanto riguarda i macchinari di classe energetica elevata, le classi energetiche ammissibili sono:

- A, B e C per macchinari con etichettatura su scala da A a G (Reg. UE 1369/2017);
- A+, A++ e A+++ per macchinari con etichettatura su scala da A+++ a D (Reg. UE 30/2010);
- A+, A++ e A+++ per apparecchi di cottura, con etichettatura su scala da A+++ a G (Reg. UE 65/2014).

Le spese devono essere documentate, pagate con conto corrente intestato al soggetto beneficiario e dunque effettuate con modalità di tracciabilità che consentano l’immediato riscontro di fatture e/o ricevute. L’IVA viene rimborsata solo se rappresenta un costo non recuperabile. Restano fuori dal credito le spese per imposte e tasse.

Forma dell’agevolazione

La forma dell’agevolazione scelta è il credito d’imposta fino al 40% delle spese sostenute. L’importo massimo agevolabile è di 6mila euro.
  

Termini di presentazione

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 12 del 27 febbraio 2023 fino alle ore 15 del 3 aprile 2023.
 

Sei interessato a richiedere questi incentivi?
Affidati ai nostri professionisti! Contattaci subito tramite il nostro form o via WhatsApp al numero 377 3758844, o più semplicemente clicca sull’icona in alto a destra.
Per restare aggiornato anche su altri incentivi iscriviti alla newsletter inserendo la tua mail nel riquadro in alto a destra, o in alternativa, ricevi le nostre news tramite WhatsApp! Per scoprire come, clicca qui!

GALLERY