Contratti di filiera per la valorizzazione dei formaggi Dop

26-01-2018 09:54:09
Un contratto di filiera del valore di 50 milioni di euro di investimenti tra 28 imprese zootecniche e della trasformazione del latte, curato in fase di start up progettuale da General Contract di Battipaglia, per valorizzare i formaggi Dop del Sud Italia e, in particolare, le filiere del latte vaccino del Caciocavallo Siliano Dop, del latte ovino del Pecorino di Filiano Dop e del latte bufalino della Mozzarella di bufala Campana Dop.
Obiettivo è quello massimizzare e ottimizzare le vendite dei formaggi Dop in Italia e all’estero, mettendo in comune logistica e reti di vendita, ma anche gli standard di qualità.
L’accordo – sotto forma di progetto di massima – sarà presentato dal 27 gennaio 2018 al ministero per le Politiche agricole tra i contratti di filiera. I contratti di filiera sono stati attivati con il bando Mipaaf dell’8 agosto 2017 e la presentazione dei progetti sarebbe dovuta avvenire a partire dal 27 novembre scorso, ma una proroga ha dilatato i tempi di avvio della fase negoziale. Il Sud Italia è potenzialmente destinatario dell’80% delle risorse pubbliche – ben 250 milioni di euro.
L’accordo di Filiera latte trasformato DOP ha lo scopo di creare e sviluppare una filiera con la creazione di un disciplinare di produzione e di etichettatura dei prodotti per una commercializzazione congiunta in grado di proporre una offerta strutturata per la Grande distribuzione organizzata e per i canali Hotel Ristorazione e Catering.
I soggetti della filiera svilupperanno anche un modello di trasformazione del prodotto e stagionatura, secondo i disciplinari delle rispettive DOP, organizzando congiuntamente la logistica e la vendita nei canali della GDO ed Horeca in Italia e all’estero. Il progetto avrà una durata di 48 mesi per attivare tutte le azioni materiali ed immateriali del programma di investimento dei soggetti beneficiari.
GALLERY