Inclusione sociale giovanile: in arrivo due bandi

19-12-2017 15:52:29
Nell’ambito del Piano di Azione e Coesione, sono stati pubblicati due avvisi per la realizzazione di attività di inclusione sociale rivolte ai giovani delle Regioni meno sviluppate: Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Basilicata.
 
 
Giovani per il Sociale 2018
 
L'avviso Giovani per il Sociale 2018 intende promuovere progetti del privato sociale diretti ai giovani nei territori delle Regioni meno sviluppate finalizzati sia all’inclusione sociale che alla crescita personale, favorendo l’occupabilità, l’attivazione, l’integrazione, l’inclusione e politiche di innovazione sociale.
 
L’intervento prevede la selezione di progetti proposti da enti ed organizzazioni del privato sociale che riguardino:
 
  • la diffusione della legalità tra i giovani, attraverso l’impegno civico e la partecipazione attiva nelle problematiche sociali, la cooperazione in attività di sostegno alle fasce deboli, la promozione di attività che avvicinino i giovani alle Istituzioni;
  • la formazione educativa e didattica, finalizzate al rispetto dell’obbligo scolastico anche nell’ottica del rafforzamento dei legami generazionali, dell’inclusione sociale e delle capacità di apprendimento;
  • il sostegno in favore dei giovani che al compimento della maggiore età vivano fuori dalla famiglia di origine, sulla base di un provvedimento dell'autorità giudiziaria, volti a permettere di completare il percorso di crescita verso l'autonomia, garantendo la continuità dell'assistenza nei confronti degli interessati sino al compimento del 21° anno d'età;
  • la valorizzazione delle culture e delle tradizioni, del dialogo tra identità culturali e religiose;
  • la diffusione delle nuove tecnologie in ambiti occupazionali, sociali, culturali;
  • la promozione della cittadinanza europea e la conoscenza di opportunità e strumenti offerti dall'Ue;
  • attività tese a promuovere i diritti della persona, le pari opportunità e la parità di trattamento, la prevenzione e rimozione di ogni forma e causa di discriminazione;
  • attività tese alla valorizzazione del capitale umano di eccellenza in ambito tecnico, scientifico, creativo, che offrano le opportunità di accrescere le conoscenze dei giovani con spiccate attitudini, affinare le loro potenzialità ed impiegarli anche nella trasmissione delle stesse.
Le azioni progettuali devono avere come beneficiari diretti giovani di età compresa tra i 14 ed i 35 anni.
 
Le domande di partecipazione possono essere presentate dal 15 gennaio 2018 e fino alle ore 18.00 del 15 febbraio 2018.
 
Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici 2018
 
L'avviso Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici 2018 ha l’obiettivo di promuovere progetti del privato sociale diretti ai giovani nei territori delle Regioni meno sviluppate finalizzati sia all’inclusione sociale che alla crescita personale, favorendo l’occupabilità, l’attivazione, l’integrazione, inclusione e politiche di innovazione sociale da intendersi quale trasformazione gestionale economica tecnologica di servizi, spazi e beni pubblici.
 
L’intervento prevede la selezione di progetti proposti da enti ed organizzazioni del privato sociale finalizzati ad incentivare:
 
  • la promozione di imprenditoria/occupazione sociale giovanile;
  • la gestione auto-sostenibile ai fini della valorizzazione e della piena fruizione dei beni demaniali ovvero patrimoniali, disponibili o non disponibili, di proprietà di una pubblica amministrazione (ad esempio beni ambientali, storico-artistici, confiscati alla criminalità organizzata, ecc.).
Le azioni progettuali devono avere come beneficiari diretti giovani di età compresa tra i 14 ed i 35 anni.
 
Le domande di partecipazione possono essere presentate dal 15 gennaio 2018 e fino alle ore 18.00 del 15 febbraio 2018.
GALLERY